Aiutaci a far firmare la Dichiarazione Scritta 12/2010 su ACTA

De La Quadrature du Net


Campagna finita

On Sept. 9th, 2010, the written declaration 12/2010 got 393 signatures, and therefore was adopted by the European Parliament. Thanks a lot to all the citizens who took part in this victory! The fight is not over: ACTA must be rejected!.

Per azioni correnti, vedere Come Agire contro ACTA.

5 minuti per aiutare il Parlamento europeo a respingere ACTA!


Cosa?[modifier]

La Dichiarazione Scritta 12/2010 è stata avviata dai membri del Parlamento europeo Françoise Castex (S&D, FR), Alexander Alvaro (ALDE/ADLE, DE), Stavros Lambrinidis (S&D, GR) e Zuzana Roithova (PPE, CZ). Esprime preoccupazione per ACTA dichiarando che l'accordo negoziato deve rispettare la libertà di espressione, la privacy e la Neutralità della Rete (proteggendo gli attori della Rete contro l'eccessiva responsabilità legale), e invita la Commissione a pubblicare tutti i testi in corso di negoziazione.

La sfida è grande. Ci sono solo tre mesi per raccogliere fisicamente le firme di oltre la metà dei membri del Parlamento europeo (MEP). In caso di successo, questa diventerà la posizione ufficiale del Parlamento. Più firme verranno raccolte, più forte sarà il messaggio politico della dichiarazione. (Maggiori informazioni sulle Dichiarazioni scritte sul sito del Parlamento europeo)


All'interno o all'esterno del Parlamento, ogni cittadino europeo può partecipare a questa iniziativa!


Questa pagina della campagna è una pagina wiki. Chiunque può modificarla per migliorare e contribuire alle informazioni.

Quando?[modifier]

La raccolta firme è aperta dall'8 marzo 2010 per un periodo di 4 mesi (prorogato a 6 mesi con il consenso del Presidente del Parlamento Europeo).

Questo lasso di tempo, in cui gran parte dei deputati sono soliti firmare le dichiarazioni scritte (i Parlamentari Europei devono firmare su di un tavolo di fronte all'emiciclo) include 6 sessioni plenarie, nelle quali tutti i deputati saranno presenti a Strasburgo:

  • Settimana dall'8 al 11 marzo
  • Settimana dal 19 al 22 aprile
  • Settimana dal 17 al 20 maggio
  • Settimana dal 14 al 17 giugno
  • Settimana dal 5 all'8 luglio
  • Settimana dal 6 al 9 settembre

I membri possono firmare anche durante 2 "mini-sessioni plenarie" il 25/26 marzo e il 5/6 maggio.

Se sei disponibile ad aiutare affinché i parlamentari firmino nel corso delle plenarie contattaci, wd122010@laquadrature.net

Chi?[modifier]

Tutti i membri del Parlamento Europeo possono firmare questa dichiarazione. Più sono meglio è.

  • Gli obiettivi primari sono gli europarlamentari del vostro Paese. Scrivete loro e chiamateli presentandovi e indicando la vostra nazionalità.
  • Altri obiettivi sono i deputati di tutti i gruppi politici. Non esitate a citare i nomi dei primi firmatari del loro gruppo politico (la signora Roithova per il PPE, il signor Lambrinidis e la signora Castex per l'S&D, il signor Alvaro per il gruppo ALDE).

Potete riferire se il vostro contatto ha avuto successo o meno a wd122010@laquadrature.net

La lista dei firmatari è costantemente aggiornata.

Come?[modifier]

Potete consigliare i deputati di chiamare gli uffici dei firmatari iniziali per ottenere ulteriori informazioni: Castex (+33388175129), Alvaro (+33388175328), Lambrinidis (+33388175529), Roithova (+33388175485).

  • I parlamentari ricevono centinaia di mail al giorno, quindi l'invio di una e-mail, anche se importante, spesso non è sufficiente a spingere il deputato a firmare la dichiarazione scritta.
  • Una telefonata ad un parlamentare o ad un suo assistente ha un impatto molto maggiore..
  • L'ideale è inviare una e-mail, quindi chiamare. Potete iniziare dicendo "(Salve mi chiamo XY e vivo a Z). Ho appena inviato una e-mail, l'ha letta? No? Lasci che le dica di cosa tratta ...".".
  • Fate sempre riferimento alla dichiarazione scritta come "Dichiarazione Scritta 12/2010 dei deputati Castex, Alvaro, Lambrinidis, Roithova".
  • Siate sempre gentili. Il vostro interlocutore, probabilmente non sa molto di ACTA e segue molte altre questioni che hanno poco a che fare con ACTA, ma ha una buona capacità di comprensione.

Potete inviare questo documento di 2 pagine che contiene le citazioni importanti su ACTA e il testo della dichiarazione scritta.

Argomenti[modifier]

Potete riuscire a convincere i deputati a firmare la dichiarazione scritta 12/2010 con i seguenti argomenti:

Argomenti Politici[modifier]

  • La dichiarazione scritta 12/2010 è stata inizialmente firmata dai Deputati Roithova (EPP) / Castex e Lambrinidis (S&D) / Alvaro (ALDE).
  • È un chiaro segnale per i cittadini dell'Unione europea sul fatto che il Parlamento europeo è qui per proteggere i loro diritti.
  • Si tratta di un forte messaggio inviato dal Parlamento alla Commissione sul fatto che il processo democratico non può essere eluso.
  • Permette a ciascun firmatario deputato di mostrare il suo impegno verso la tutela dei diritti dei cittadini.
  • ACTA rimuove la competenza del Parlamento europeo a far fronte a sanzioni civili e penali connesse alla contraffazione.

Argomenti tecnici[modifier]

  • Si tratta di un testo semplice che fa una dichiarazione molto chiara.
  • Richiama i principi generali della UE: la tutela dei diritti fondamentali, le competenze del Parlamento per le questioni relative al Copyright, la trasparenza.
  • ACTA sta cercando di aumentare la responsabilità degli attori di Internet per la contraffazione fatta dai loro utenti. È estremamente pericolosa e potrebbe trasformarli, al fine di evitare rischi giuridici, in polizia privata e ausiliari di giustizia che stabiliscono quali contenuti devono essere rimossi / filtrati / bloccati e a quali deve essere limitato l'accesso.

Esempio di telefonate[modifier]

Questo è solo un esempio di chiamata telefonica, per darvi un'idea. Non è destinato ad essere riutilizzato così com'è. La spontaneità è sempre la miglior cosa...


Ecco un esempio di chiamata telefonica per aiutarvi a capire in che modo parlare con gli assistenti dei Parlamentari europei:

  • VOI: "Salve, vorrei parlare con la signora / signor deputato, per favore"
  • Assistente: "La/Il Signora / Signor deputato al Parlamento europeo non è disponibile, io sono il/la suo / sua assistente. Posso aiutarvi?"
  • VOI: "Sono MioNome, chiamo da MiaCIttà, sono molto preoccupato per l'accordo ACTA attualmente in fase di negoziazione. La/Il signora / signor deputato al Parlamento europeo firmato la dichiarazione scritta 12/2010 dai deputati Castex, Alvaro, Lambrinidis, Roithova?"
  • Assistente: "Capisco. Abbiamo chiamate precedenti. Non abbiamo tempo"
  • VOI: "Ma è molto importante! La trattativa sta aggirando il processo democratico e potrebbe alterare radicalmente Internet e la libertà dei cittadini"
  • Assistente: "Non si preoccupi. La Commissione sta negoziando, tutto andrà bene, il testo potrebbe essere pubblicato a breve."
  • VOI: "L'analisi da parte della Commissione stessa mostra che le attuali versioni vanno oltre l'acquis comunitario. L'accordo ACTA consente alla Commissione di negoziare sulle sanzioni civili e penali. Non è solo un accordo commerciale. Il Parlamento europeo deve mostrare il suo impegno a proteggere i cittadini della UE. Il/la sig.ra / sig deputato in realtà dovrebbe firmare la dichiarazione 12/2010"
  • Assistente: "Lo dirò alla signora / signor deputato."
  • VOI: "La ringrazio molto per avermi ascoltato. La chiamerò ancora presto per sapere cosa ne pensa. Buona giornata."

Esempio di mail[modifier]

Non esitate a copiare le mail che inviate ai deputati in questa pagina dedicata

Risorse[modifier]

  • Documento ACTA trapelato(ENG) della Commissione europea che delinea le posizioni dei paesi coinvolti nei negoziati sul linguaggio dell'enforcement del capitolo civile, e del capitolo digitale.
  • Introduzione ad ACTA di WeRebuild.eu: Analisi e introduzione ai principali soggetti interessati (ENG).
  • Comunicato Stampa di OXFAM sul perché ACTA metterebbe a repentaglio la salute pubblica a livello mondiale (ENG).

FAQ[modifier]

Inserite qui le domande che possono sorgere durante il contatto con i deputati al Parlamento Europeo. Cercheremo di rispondere il più rapidamente possibile.

  • Perché firmare la dichiarazione scritta?

È importante che il Parlamento europeo dimostri il suo impegno a proteggere la libertà dei cittadini dell'Unione europea e di un Internet aperto. Sarebbe un forte segnale politico alla Commissione europea e agli Stati membri dell'Unione europea.

  • Non ci sono anche un'interrogazione orale e una risoluzione comune?

L'interrogazione orale e la risoluzione comune sono complementari con la dichiarazione scritta. Mentre la risoluzione comune è una risoluzione parlamentare che è stata votata il 10 marzo e adottata quasi all'unanimità, la dichiarazione scritta avrà quattro mesi di tempo per raccogliere le firme. La risoluzione comune è incentrata su fattori più tecnici, sull'applicazione del diritto comunitario ed è stata negoziata tra i gruppi politici, mentre la dichiarazione scritta si concentra maggiormente sul contenuto politico di ACTA e riflette la campagna dei gruppi della società civile.

  • Come può un/a deputato/a firmare la dichiarazione scritta?

Il/la deputato/a deve firmare personalmente la dichiarazione su un tavolo di fronte all'emiciclo durante le sessioni plenarie o andare nella stanza delle interrogazioni scritte al Parlamento europeo a Bruxelles.

  • ACTA autorizzerà restrizioni in materia di accesso a Internet?

No, ma renderà responsabili gli Internet Server Provider ed al fine di evitare questa responsabilità gli ISP diverranno la polizia del Web limitando l'accesso a Internet come esercizio volontario di "autoregolamentazione".

  • L'Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA) è incentrato in primo luogo sulla contraffazione?

ACTA contiene disposizioni che potrebbero rafforzare le imposizioni nei confronti delle merci contraffatte, ma i suoi obiettivi sono ben più ampi. Essa comprende un mandato di sanzioni per violazione del copyright a fini non commerciali, nuove misure di esecuzione penale in materia di brevetti, un nuovo regolamento a livello mondiale per Internet e misure che incidono sul commercio mondiale dei medicinali generici.

  • Come ACTA può suscitare serie preoccupazioni sulla protezione dei dati e la privacy?

ACTA propone un aumento globale di monitoraggio, filtraggio e sorveglianza, il che significa una grave minaccia per la protezione dei dati personali. Come il Garante della Protezione dei Dati dell'Unione europea ha dichiarato "il monitoraggio (indiscriminato) colpirebbe milioni di persone e tutti gli utenti, indipendentemente dal fatto che siano sospettati o meno".